Il grazie alla Virtus: “Mio nipote accolto come un figlio”

Sono la zia di un ragazzo di 13 anni che ha una grande passione, il calcio. Purtroppo quest’anno, per motivi economici, il ragazzo non avrebbe potuto frequentare nessuna scuola calcio, se non fosse stato per la Virtus Vasto che lo ha accolto come un figlio.

Ha provato a iscriversi alla società dove giocava negli anni scorsi, ma non è stato accettato. Con queste poche righe voglio ringraziare questa scuola calcio che ha iscritto gratuitamente mio nipote, facendosi carico di tutte le spese e garantendo così un percorso di socializzazione che a quell’età è molto importante. Naturalmente, spero che mio nipote diventi un bravo calciatore, ma, nel frattempo, spero solo che questo percorso sia positivo per tutti. Grazie mille!

(lettera firmata, Ciobanu Veronica)